Portale di Sessuologia - Direttore Scientifico: Dott. Prof. Giorgio BURDI



Bisessualità

#

La bisessualità è l'attrazione fisica ed emozionale verso persone di entrambi i sessi, questa attrazione è di pari intensità e il soggetto si definisce bisessuale quando non opera una scelta definitiva verso l'uno o l'altro sesso quindi può nel corso della sua vita intraprendere relazioni sia con persone di sesso opposto che con persone dello stesso sesso.

Nell'antichità nelle civiltà dei Greci e dei Romani la bisessualità non era considerata riprovevole, un uomo pur avendo moglie e figli poteva avere rapporti sessuali con un adolescente, questo era considerato formativo per la crescita del ragazzo, tale pratica andava sospesa quando il ragazzo arrivava ad un'età in cui doveva prendere moglie e avere una vita eterosessuale. Oggi questo comportamento è chiamato Pedofilia e avere rapporti sessuali con adolescenti è reato. Questo valeva anche per le donne come è noto dagli scritti della poetessa greca Saffo, ella istruiva le sue allieve alla futura vita intraprendendo con esse anche relazioni affettive e sessuali intese come insegnamento per la loro futura vita di mogli e madri. Nel corso dei secoli molte cose sono cambiate e la bisessualità è stata considerata in modo negativo o positivo risentendo di tantissimi fattori storici, culturali e religiosi. Oggi la bisessualità non è ben accetta nella nostra società poiché tale comportamento viene inteso come ambiguo, il soggetto non è prettamente eterosessuale e non è omosessuale. L'orientamento sessuale si forma già tra la prima infanzia e l'adolescenza, anche prima di aver iniziato ad avere rapporti sessuali.

Oggi sono numerosi gli studi che cercano di dare una spiegazione scientifica al comportamento sessuale degli uomini, i fattori sono molteplici e non vi è una spiegazione definitiva ma solo un insieme di fattori combinati, infatti incide il contesto sociale e familiare in cui si cresce e si forma la personalità oltre alle componenti genetiche e ormonali. Sono molte le persone che provano attrazione anche solo sporadica per entrambi i sessi, ci sono persone che pur definendosi eterosessuali durante la loro vita hanno provato attrazione psico-fisica verso una persona dello stesso sesso e hanno avuto rapporti sessuali sporadici o solo per un periodo di tempo. Sovente vi è una fase di scelta in cui il soggetto cerca di comprendere le proprie sensazioni e la propria sessualità orientandosi verso la persona che gli procura piacere e con cui intraprendere una relazione sentimentale, la scelta non è solo legata all'attività sessuale ma anche sentimentale.


Contenuti redatti da Giorgio Burdi

Contact & Social
Messaggio rapido allo studio
per un appuntamento immediato

( Compilando il modulo sottostante, si autorizza lo Studio Burdi al trattamento dei dati personali secondo D. Lgs. 196/2003 )

Tutti i campi sono obbligatori